• 3 marzo 2019

Passaparola

Dire le cose in modo nuovo

Da qualche parte, ogni tanto, sarà capitato anche a voi di sentire che qualcosa che sappiamo da sempre, viene raccontato in modo nuovo.
O almeno, io spero capiti anche a voi, perché pare che come esseri umani siamo affascinati e attratti dalla novità. Le musiche di ieri restano belle, ma c’è sempre bisogno di una nuova canzone perché in qualche modo a tornare indietro non si riesce!
E non vale solo per le canzonette: vale anche per la verità. Avvicinarsi ad essa non è saltare di pane in frasca, ma semmai, aprire gli orizzonti, passare dallo spot al grandangolo, dallo strumento musicale alla sinfonia dell’orchestra. Per questo la chiusura sa di stantio, e riflette sovente dei nostalgici ritorni al passato, mentre i linguaggi nuovi nutrono e fanno crescere. E allora mi sono detto: dai! Condividiamo qualcosa di nuovo.
Dunque, per quanto riguarda la settimana presente, sono due le espressioni che mi hanno colpito: una non l’ho capita (e se qualcuno vorrà  illuminarmi mi scriva pure (donalessandro@parrocchiaredentore.it):


“E’ la malinconia il metodo alla verità” (Romano Guardini)


Questa frase resta per me un mistero. Invece l’altra mi è piaciuta:


“L’amore è la possibilità che ci è data di prendere parte a tanta bellezza”. (Autore sconosciuto)


Ecco, pensavo che tra le tante espressioni che hanno cercato di definire l’amore, queasta non l’avevo mai sentita. Però mi piace: come facciamo a partecipare alla bellezza del cosmo e del mondo? Con l’amore.


don Alessandro


Clicca qui per leggere il Passaparola!

× Attenzione! Testo dell'errore